Sabrina Mezzaqui. C'è un tempo

testi di Mariangela Gualtieri, Sabrina Mezzaqui, Elena Volpato
pagine: 116
formato: 21 x 28 cm
data di pubblicazione: novembre 2006
immagini: 90 col. e b/n
confezione: brossura
lingua: italiano/inglese
isbn 9788877572110



€35,00

La serie di nuovi cataloghi realizzati da hopefulmonster per la GAM, Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea di Torino, continua, dopo le monografie dedicate a Vedovamazzei, Massimo Bartolini e Jessica Stockholder, prosegue con la pubblicazione del volume Sabrina Mezzaqui. C’è un tempo in occasione della mostra allestita alla GAM dal 9 novembre 2006 al 28 gennaio 2007.

Il catalogo, che racconta la personalità artistica di Sabrina Mezzaqui attraverso le sue opere, si apre con le immagini della mostra alla GAM, per ripercorrere poi i lavori dell’artista dagli esordi all’inizio degli anni novanta fino ai più recenti: installazioni costituite dall’assemblaggio di materiali d’uso comune in cui gli oggetti perdono il loro significato e utilizzo in quanto tale, per diventare forme astratte di un’opera complessa. I lavori di Sabrina Mezzaqui richiedono pazienza, una particolare sensibilità e un lavoro meticoloso. Le sue opere possiedano in sé una raffinatezza e una poesia che emergono semplicemente. Ritagliare, disegnare, ricamare e scrivere sono attività che l’artista esegue con dedizione. I materiali impiegati – carta, perline, campanelli, stelle filanti – trasmutano la propria semplicità attraverso il fare artistico per diventare preziosi e rari elementi concettuali. Materiali fragili, poco appariscenti, come la carta, la pagina di un libro ma anche le parole, i significati che sottendono i testi, le pause, i silenzi che si nascondono tra le frasi. Nei lavori di Sabrina Mezzaqui ritroviamo la leggerezza che contraddistingue la sua ricerca, la gestualità ripetuta e meticolosa, la riappropriazione del tempo, del rito attraverso l’esercizio reiterato, la concentrazione e l’isolamento in cui nascono le opere. Sabrina Mezzaqui affronta il tema dell’immaterialità delle opere nello spazio, leggere, incorporee, attraversate dalla luce, sospese.

Il testo critico di Elena Volpato, una poesia di Mariangela Gualtieri e alcuni scritti dell’artista accompagnano le immagini per approfondire i temi dell’arte di Sabrina Mezzaqui.

Sfoglia alcune pagine