Candida Höfer. Bologna series

testi di Filippo Maggia, Ludovico Pratesi
pagine: 68
formato: 16,5 x 24 cm
data di pubblicazione: ottobre 2007
immagini: 20 col.
confezione: cartonata
lingua: italiano/inglese
isbn 9788877572127



€20,00

Il volume è pubblicato in occasione delle mostre organizzate dalla Galleria Marabini di Bologna e dal Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro (26 ottobre 2007 - 13 gennaio 2008). Candida Höfer, artista tedesca di fama internazionale, ha fotografato per venti anni gli interni (deserti, ma accessibili a tutti e frequentati da migliaia di persone) di edifici pubblici quali biblioteche, sale museali, palazzi antichi, teatri, cinema,banche, alberghi, stazioni, scuole, luoghi ritenuti carichi di un vissuto che permette di riflettere sulla condizione umana. Il suo sguardo preciso e coerente vuole cogliere l’anima degli ambienti immortalati e raccontare attraverso la complessità dei lavori, la storia dell’uomo. Lo spazio e la luce sono l’oggetto del lavoro della Höfer: i colori dello spazio e il calore dei materiali. Nella sua ricerca Candida Höfer segue un preciso principio estetico: fotografare i luoghi senza alterarli e lavorare esclusivamente con le fonti luminose presenti. La scelta di fotografare solo spazi interni è dettata dalla ricerca del percorso da fare per raggiungere questi luoghi meravigliosi e nascosti, da scoprire e da raccontare. Attraverso la tessitura dei confini architettonici e l’impatto delle ombre, dei riflessi sui materiali, Candida Höfer definisce un universo reale carico di emotività, comunicando una forte tensione tra immagine e rappresentazione. Il libro raccoglie la documentazione fotografica dei lavori selezionati per le due sedi espositive di Bologna e Pesaro ed è corredato dall’intervista all’artista curata da Ludovico Pratesi, oltre che dal testo critico di Filippo Maggia.

Insieme a Thomas Struth, Thomas Ruff, Andreas Gursky e Axel Huttle, Candida Höfer è tra gli artisti fotografi più famosi al mondo ed esponente del gruppo internazionalmente noto come la “Scuola di Düsseldorf”. Tra le mostre personali dell’artista si ricordano la retrospettiva presso la University Art Museum di Long Beach (California) e il Norton Museum of Art di West Palm Beach (Florida) nel 2005; nel 2003 ha rappresentato la Germania alla Biennale di Venezia e nel 2002 ha partecipato a Documenta 11 (Kassel). Numerose istituzioni museali hanno acquisito all’interno delle proprie collezioni permanenti lavori fotografici di Candida Höfer, tra questi: Centre Pompidou (Paris), Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía (Madrid), Kunsthalle (Basel), Museum of Modern Art (New York).

Sfoglia alcune pagine