Panamarenko
Nico Orengo

Il giocattolaio di Anversa

La favola dell’arte

pagine: 56
formato: 14 x 20 cm
data di pubblicazione: autunno 2001
immagini: 34 col.
confezione: cartonato
lingua: italiano
isbn 887757139X

 



€10,33

L’artista belga Panamarenko viene rappresentato da Nico Orengo come ‘il giocattolaio di Anversa’ per la caratteristica ludica e sperimentale di gran parte dei suoi lavori. Il personaggio della filastrocca è Panamarenko/Pepto Bismo, scultura dell’artista e omino volante che, lasciato lo studio di Anversa, si concede un viaggio in Italia, per aria e per mare. Ed è dal mare che viene ripescato per essere esposto alla Biennale di Venezia. Ma Pepto Bismo è uno spirito libero e, a bordo di un improbabile dirigibile bianco, fuggirà per tornare, dopo una visita a Giotto alla Cappella degli Scrovegni, alla quiete della campagna dove sperimenterà nuovi “Oggetti Volanti non Identificati”.

Nico Orengo (Torino 1944;2009) Ha pubblicato, tra gli altri, A-ulì-ulè. Filastrocche, conte, ninnenanne, Einaudi, Torino, 1972; Dogana d’amore, Rizzoli, Milano 1987, (Premio Grinzane Cavour e Premio Hemingway); Il salto dell’acciuga, Einaudi, Torino 1998, (Premio per il libro ligure dell’anno); L’ospite celeste, Einaudi, Torino 1999 (Premio Elio Vittorini per il 2000). Ha lavorato, inoltre, come responsabile dell’inserto culturale TTL del quotidiano “La Stampa”.

Panamarenko (Anversa 1940;2019) tra il ‘62 e il ‘64 sperimenta, assieme ad Hugo Heyrman dei nuovi materiali, in particolare i poliesteri che permettono la realizzazione degli oggetti più disparati. Espulso dall’Accademia, in reazione al suo essere “contro” le idee conservatrici locali, partecipa a numerosi happenings per le strade di Anversa e di Bruxelles oltre ad azioni più apertamente politiche ispirate all’Internazionale situazionista. I suoi oggetti poetici, datati ‘66-’68, esplorano tutte le proprietà dei materiali sintetici moderni e traducono in modo prosaico o magico certi aspetti della Pop Art e della tradizione dell’oggetto surrealista.

Sfoglia alcune pagine