Luciano Pistoi. Inseguo un mio disegno

testi di Mirella Bandini, Maria Cristina Mundici, Maria Teresa Roberto, Margherita Sassone
pagine: 432
formato: 16,5 x 24 cm
data di pubblicazione: maggio 2008
immagini: 16 col. e 200 b/n
confezione: brossura
lingua: italiano
isbn 9788877572226



€39,00

Il volume, pubblicato con il sostegno della Regione Piemonte, costituisce un omaggio ai quarant’anni di attività di Luciano Pistoi (1927-1995), critico d’arte, promotore e organizzatore culturale, gallerista tra i più importanti e autorevoli in Italia. Il suo iter si è svolto tra Torino, Roma e il Castello di Volpaia, centri nei quali ha presentato tempestivamente gli artisti internazionali emergenti, scelti controcorrente con grande passione e intuizione. Ciò ha comportato di riflesso la formazione di un collezionismo colto e il rinnovamento dell’ambiente artistico coevo. Di famiglia toscana, giunse a Torino giovanissimo e negli anni Cinquanta scrisse come critico d’arte su “L’Unità”. Nel 1957 aprì la galleria Notizie con una mostra di Wols e continuò presentando le opere di Fautrier, Pollock, Burri, Fontana, Dubuffet, Mathieu, Tobey, Spazzapan, Imai, Tàpies, Accardi, Gallizio, Twombly, Jorn, Shiraga, Riopelle, Francis, Nevelson e di altri protagonisti dell’informel. Organizzò a Torino mostre straordinarie, tra cui nel 1959, in collaborazione con Michel Tapié, la prima esposizione in Europa del gruppo giapponese Gutai e nello stesso anno, sempre con il critico francese, l’esposizione internazionale Arte Nuova al Circolo degli Artisti. Collaborò, oltre che con Tapié, con i critici d’arte più attivi e impegnati di quel periodo: Enrico Crispolti, Carla Lonzi, Maurizio Fagiolo, Giuliano Briganti.
Il volume, curato da Mirella Bandini, Maria Cristina Mundici, Maria Teresa Roberto e con l’accordo della famiglia e degli eredi, vuole testimoniare l’interesse di Pistoi nei confronti non solo delle avanguardie storiche e dei protagonisti dell’Informale internazionale, ma anche degli artisti giovani e inediti. Contiene, oltre ai saggi introduttivi delle curatrici, il regesto completo e un’ampia documentazione iconografica delle mostre realizzate da Pistoi, oltre che un’inedita antologia di suoi scritti critici unitamente ai numerosi saggi pubblicati nelle edizioni della Galleria Notizie (cataloghi e Bollettini) e della Fattoria Editrice Castello di Volpaia.

Sfoglia alcune pagine