MICHEL SERRES

Carpaccio Studi

traduzione di Anne-Marie Sauzeau Boetti
pagine: 132
formato: 16 x 22,5 cm
data di pubblicazione: maggio 1990
confezione: brossura
lingua: italiano
isbn 9887757014X



€20,66

Un viaggio, Venezia, Lugano, Berlino, Aix en Provence, New York e di nuovo Venezia, nel corpo parcellizzato del pittore Carpaccio, nella sua opera sparsa. Un viaggio tra storie, miti, metodi e idee, un percorso avventuroso e fervido. Un viaggio nell’opera di Carpaccio che si inserisce all’interno di un ciclo sulla pittura (M. Serres ha scritto su altri pittori: Poussin Vermeer, Latour, Turner, Bonnard e sulla scultura), che a sua volta è parte di un ciclo sull’arte, in un ciclo ancora più vasto sulla forma della produzione mentale. Sono le tappe pazienti di un lungo periplo intrapreso più di vent’anni fa. Tutta la filosofia di M. Serres si presenta in forma di viaggio, un viaggio pieno delle passioni e delle tribolazioni di Ermes-Mercurio, dio degli incroci. Ermes passa dovunque nello spazio e nel tempo, tra le scienze formali e quelle fisiche, dalla loro nascita nell’antichità fino al loro stato attuale; passa il valico critico che separa e unisce scienze “dure” e scienze umane; scienze, racconti e miti; scienze, arte e storia delle religioni. Ad ogni tappa corrisponde un libro o parte di un libro, nel ciclo intitolato Hermes e altrove. Man mano che procede lo spostamento, il disegno si fa più coerente. Un’immagine globale si delinea come una promessa aperta. Sarà forse quella di una filosofia odierna?